Venti anni fa, nel lontano 1998 Peppe Bianco creò una scuola di vela molto particolare, la GULLIVER ASD a Favignana. A parlarcene è Lilly Bianco, istruttrice di vela di questa...Read more
Qualche giorno fa è partito dal canale instagram di madeinegadi una nuova sfida chiamata #impressioni. Quello che si vuole fare con questo nuovo spazio intermediale è creare coinvolgimento. Chiunque sia...Read more
Continuando a camminare con tranquillità ma con attenzione, come richiede il tipo di passeggiata che stiamo facendo, ci appare in primo piano il Villaggio "L' Approdo di Ulisse" ci mostra...Read more
Photo © di Danila Galante, Emanuele Spanò e Francesco Piazza «Mi ha colpito in maniera particolare l’esistenza di un ricovero per le tartarughe spesso vittime della plastica che scambiano per...Read more
Due simboli inconfondibili, il Re di Favignana e la regina di Lisbona. Il tonno dalle pinne rosse che attraversa le acque mediterranee e la sardinha che dal fiume Tago risale...Read more
Sarà un caso, ma spesso niente avviene per caso. Avevo in testa, ero con mia figlia Giulia, Johnny Depp, perché avevamo visto assieme, qualche giorno prima, Pirati dei caraibi ...Read more
Dentro all’isola c’è un’altra isola, che la gente non conosce. Pochi sono gli isolani che si sporcano le scarpe di polvere per vedere e ammirare il lavoro dei vecchi contadini...Read more
A volte le cose iniziano così, quasi per caso. Si raccoglie una conchiglia, poi un’altra, poi un’altra ancora. La si sciacqua e la si osserva a casa, lontano dal suo...Read more
Favignana. Pietra calcarea incastonata nello scrigno di due mari che qui rimescolano le loro acque di smeraldo e lapislazzulo. Pietra bianca, che nel fulgore dell’estate diventa abbacinante, ardente di sole,...Read more
Sono soprattutto strade polverose e bianche, protette da muretti a secco, quelle che attraversano l’Isola di Favignana. Verso i faraglioni invece la polvere è rossa dove la terra diventa più...Read more
A Favignana ci sono tanti blu. Blu scuro: intenso, elettrico; il blu-verde: pacifico, immenso; il blu cobalto: avvolgente, poetico; ed il blu che diventa bianco quando il vento gonfia le...Read more
“Asino” sono i miei ricordi di bambina quando, affacciata al cancello di mia nonna, guardavo affascinata nel cortile di Ersilia, una delle anziane del paese che ancora usava quest’animale tanto...Read more
Il mare quando è arrabbiato non bisogna entrarci, l’ha detto Peppe il pescatore, che quando fa brutto ripara reti e nasse. Nessuno capisce il mare. Vuole essere ignorato. Gli isolani...Read more
Gabbiani che ti guardano impertinenti. Vanitosi gatti che posano come fotomodelli per turisti nel porticciolo. Formiche indaffarate che in fila indiana trasportano i semi del finocchino selvatico. Cani che passeggiano...Read more
L’amore, è la chiave di tutto. La chiave con cui aprire la porta segreta di Favignana, la farfalla sul mare dove nulla è scontato. L’amore che i nuovi barbari, vomitati...Read more
La mattina, prima che il sole inizi a tingere la pelle e a richiamare i turisti alle spiagge, è il momento nel quale Favignana mostra il suo volto più autentico;...Read more
Dopo numerosi tentativi sono riuscita a fare attecchire, in pianura padana, alcune piantine di cappero sul muretto più soleggiato di casa mia. Il motivo? Sono innamorata dell’elegante appariscente, ma nel...Read more
La luce è colore e il colore è luce, e a Marettimo è talmente vero che si fondono a dare bellezza anche ai semplici indirizzi delle case. Un peschereccio che...Read more
Bastano pochi giorni per poter godere la bellezza, la natura, la gente del luogo e il poco turismo, ma sufficienti per farsi un'idea di quanto sia incantevole e magica quest’isola...Read more
Favignana, in maggio, è un viaggio insolito, ricco di sorprese. L'isola si sta svegliando dal torpore invernale, ma il vento agita ancora il mare con spruzzi continui. Se al contrario...Read more
Non fa mai freddo a Favignana. L'unico ricordo che ho di una giornata fredda, ma fredda veramente, è del trenta dicembre novantanove. La giornata in cui vidi mio padre steso...Read more
S’imparava sin da bambini a soppesare le pietre con le mani nude. Era un lavoro di precisione, di ordine e di armonia, un’arte tramandata di generazione in generazione, da uomini...Read more
"La mattanza era una festa, da sempre. Era come un rito sacro, scandito dalle cialome e dalle preghiere, ma anche da una forza che ci univa tutti". Gli occhi di...Read more
Io sugno sutta a stu scogghio e vio sta gente srana chi mi talia cu sti cose curiuse mise 'ntallocchie. Pinso subito: "Iddre sunno i scorfani! E quanto malusangu fanno...Read more
Ondeggia lenta, la farfalla sul mare. A nord gli scogli a picco di Cala Rossa, dove i tramonti infuocati dipingono l'eco lontana della battaglia che insanguinò la baia. Lo specchio...Read more